• “In Depth” Login
  • Newsletter
 

Collaboration Rules

collaboration.jpg

COLLABORATION RULES & REGULATIONS

REGOLAMENTO DELLE COLLABORAZIONI

1 ICAMus, The International Center for American Music, è un’Associazione Culturale senza fini di lucro; essa ha per sua natura e ordinamento statutario un carattere collaborativo con istituzioni, imprese o individui, mirato a promozione, studio, didattica, interpretazione, esecuzione pubblica della musica degli Stati Uniti d’America, e alla costituzione e ampliamento del repertorio di musica statunitense, intesa come musica d’arte e vita musicale degli Stati Uniti, anche nelle sue implicazioni con altri generi musicali, o con la musica delle Americhe del Centro e del Sud, e dell’Europa.

2 Le collaborazioni di ICAMus con altre istituzioni o imprese prevedono rapporti con università, scuole, associazioni culturali, società concertistiche, teatri, stazioni radiofoniche, case editrici, case discografiche. Le collaborazioni di ICAMus con individui prevedono rapporti con studenti e dottorandi, ricercatori, docenti, insegnanti di scuole di musica e loro allievi, artisti concertisti, appassionati della materia. Presentano domanda di collaborazione con l’Associazione istituzioni, imprese o individui che intendano documentarsi sulla musica americana e organizzare eventi ad essa dedicati.

3 Dalle collaborazioni di ICAMus con istituzioni, imprese o individui risultano lezioni, conferenze, convegni, presentazioni, manifestazioni concertistiche, trasmissioni radiofoniche, pubblicazioni, ricerche, tesi, dissertazioni, incisioni discografiche, scelte di repertorio e di programma, orientamenti per l’interpretazione e l’approfondimento.

4 Per avviare una collaborazione, istituzioni, imprese o individui inoltrano domanda all’Associazione (“ICAMus” info@icamus.org). Stabiliti i contatti e le modalità di svolgimento della collaborazione, viene redatto un accordo scritto e firmato dai legali rappresentanti di entrambe le parti, anche trasmesso per fax o con invio telematico (posta elettronica). Tale accordo definisce contenuti e scopi della collaborazione, dettagli organizzativi, responsabilità economiche e scadenze.

5 ICAMus, quale Associazione Culturale, svolge una collaborazione di natura artistica, musicologica e critica, a livello specialistico, sia attraverso l’opera di uno o più individui qualificati di essa facenti parte o da essa designati, sia attraverso il coordinamento dei suoi organi (Presidenza, Segreteria, eventuali Commissioni).

6 Le prestazioni offerte da ICAMus consistono in consulenze e supporto musicologico, risposte a quesiti, svolgimento di ricerca specialistica, orientamento delle scelte di programma, ideazione di manifestazioni, fornitura di materiali di studio e ricerca, preparazione e realizzazione di lezioni interpretative. Nel caso di eventi pubblici, ICAMus può partecipare anche alla promozione di essi, nella misura concordata, oltre a redigere programmi di sala, progettare, organizzare e realizzare convegni, conferenze, presentazioni, trasmissioni radiofoniche.

7 Per lo svolgimento di una collaborazione, individui, e/o imprese e istituzioni si iscrivono a ICAMus e versano la quota associativa di € 35,00 valida per l’anno in corso. Sono esentati dal versamento della quota associativa ad ICAMus l’università, le scuole pubbliche e parificate, i conservatori, gli istituti musicali parificati, oltre alle istituzioni già convenzionate o affiliate con ICAMus e ai soci già in regola con il versamento della quota associativa.

8 Nel caso di manifestazioni o prestazioni per la cui realizzazione sia corrisposto da parte di istituzioni, imprese o individui un compenso a collaboratori ICAMus, tale compenso è da corrispondere nella misura del 90% all’individuo o individui e del 10% all’Associazione, per la progettazione e la cura scientifica, e in qualità di rimborso delle spese basilari.

9 Costi rilevanti sostenuti da ICAMus per viaggi, acquisti, reperimento e riproduzione di materiale utile allo svolgimento della collaborazione, sono responsabilità delle istituzioni, delle imprese o degli individui che hanno avanzato richiesta di collaborazione. Per tali costi è prevedibile un rimborso spese versato a ICAMus, secondo modalità da stabilire alla stesura dell’accordo collaborativo.

10 Materiale inedito o raro, di accesso limitato e difficile reperimento, oppure ottenuto da ICAMus sotto vincolo di esclusiva, che viene fornito dall’Associazione a istituzioni o imprese, o ad artisti e studiosi nell’ambito di un particolare progetto collaborativo, è da intendere come prestito. Tale materiale viene restituito allo scadere di un termine fissato, o su richiesta dell’Associazione.

11 Di tutti gli elaborati inediti prodotti nel corso di manifestazioni ICAMus ad opera di studiosi o artisti che abbiano collaborato con l’Associazione (edizioni critiche, trascrizioni e arrangiamenti di composizioni musicali, saggi, registrazioni audio e video) deve essere depositata copia presso gli archivi ICAMus, ove tale materiale viene conservato per documentazione ed è consultabile su richiesta. Studiosi o artisti che abbiano realizzato tali inediti rimangono detentori del copyright sui materiali in questione. ICAMus non può concedere copie di questi documenti, senza l’autorizzazione scritta degli autori o curatori.

12 L’accordo può essere interrotto, sospeso, annullato, previa comunicazione scritta, anche trasmessa per fax o con invio telematico (posta elettronica) da una delle parti coinvolte, entro un termine da stabilire al momento della stesura dell’accordo collaborativo.

13 ICAMus si riserva di non rinnovare la collaborazione per eventi futuri, nel caso in cui la manifestazione prevista non si realizzasse o subisse profonde modifiche o riduzioni per ragioni indipendenti da eventi naturali o malattia e dovute a scarsa organizzazione logistica non imputabile ad ICAMus. Pari diritto viene riconosciuto da ICAMus all’associazione partner nel caso in cui il disguido fosse imputabile ad ICAMus stessa.

14 Il riconoscimento pubblico ottenuto da ICAMus nei casi di collaborazioni, consiste nell’avere la citazione del proprio nome e/o logo su tesi e dissertazioni, pubblicazioni, materiale informativo, stampe e comunicati di concerti e altri eventi pubblici, in ogni formato (cartaceo, elettronico, internet, radiofonico, televisivo), sempre con menzione della collaborazione, sia per la manifestazione concordata, sia per tutte le sue ulteriori riprese in futuro, nella stessa sede o in altre sedi, nello stesso luogo o Paese, o in altri.

15 In casi specifici da concordare, al riconoscimento pubblico del nome dell’Associazione si affianca, negli accordi collaborativi e in ogni materiale prodotto entro i confini della collaborazione, menzione del nome di uno o più individui che per ICAMus svolgono opera specialistica particolare, consistente e continuativa (cura del progetto, ricerca, ecc.).

Approvato dal Consiglio Direttivo, 20 ottobre 2008

Integrazione:

Con decorrenza dall’anno 2009, l’importo della quota associativa ammonta a € 40,00.

La Presidente    Aloma Bardi

I Segretari         Marta Poggesi, Lorenzo Puliti